martedì 9 gennaio 2018

1/2018 Cartoline dall'Africa

Eccomi col primo post del 2018, non voglio dire molte parole, ma ringraziare per tutto ciò che ho vissuto insieme a questa gente del Sud Sudan.

Comincio l'anno con alcune "cartoline" scattate durante gli ultimi giorni dello scorso anno.











Ancora buon anno a tutti!
Abuna Loro Gatluak

martedì 5 dicembre 2017

17/2017 Pellegrinaggio Parrochiale

Sabato 2 Dicembre è stata una mattinata faticosa, di cammino e di preghiera, un momento che mi ha toccato per ciò che la nostra parrocchia ha vissuto.

Appuntamento alle 7.30 in parrocchia e, come si dice qui, è stato un vero JUNUBI TIME - junubi sono le persone locali, praticamente viaggiano su una linea parallela rispetto alla puntualità... quindi verso le 8 ci siamo riuniti in una settantina di persone, dai bambini a più anziani, davanti alla nostra Chiesa e, col Crocifisso di San Damiano, siamo partiti per il primo pellegrinaggio parrocchiale che speriamo diventi una buona tradizione per l'ultimo giorno dell'anno liturgico. Non potendo effettuare il più classico pellegrinaggio fuori Juba per costi e sicurezza, abbiamo camminato in città visitando sette cappelle (St. Bakhita, St. Augustine, Holy Rosary, St. Charles Lwanga, Assumtion and St. Therese)  per finire in Cattedrale con la celebrazione eucaristica e un buon pranzo a base di polenta e fagioli per tutti.

A metà percorso ci hanno raggiunto i nostri fratelli del camp profughi, erano una sessantina e assolutamente entusiasti di lasciare il campo per unirsi in preghiera con noi. In un paese diviso da forti differenze tribali e molto di più, il fatto di pregare insieme, camminare e conoscersi è un passo davvero molto importante.

Camminando e pregando per Juba, col grosso crocifisso di San Damiano per queste strade, non siamo passati inosservati e così, al termine, eravamo quasi 200 persone.

E ora lasciamo parlare le foto!

Along the way





Arrival to the Cathedral


Pace e ogni bene a tutti

Abuna Loro Gatluak

domenica 19 novembre 2017

16/2017 e anche belle giornate

Ci sono anche belle giornate, semplici e insieme.

Così mercoledì scorso la fraternità, io e Joe and Joseph, insieme ai due ragazzi in accoglienza siamo andati fuori per una mezza giornata di ritiro e di svago.

Dopo una mattinata di ritiro e silenzio ci siamo fatti due passi su un fiume di stagione, tra poco sparirà, la stagione secca sta prendendo il sopravvento e tutto tornerà ad essere più deserto.






























e buona giornata a tutti!

Abuna Loro Gatluak!

giovedì 9 novembre 2017

15/2017 - fuga in Egitto

Beh non è stata una vera fuga in Egitto, anzi, ci sono DOVUTO andare per LAVORO... (no comment please).

Anyway, diciamolo pure:  è stato come un sogno divenuto realtà. Una terra tanto antica quanto affascinante di cui adesso vorrei sapere molto di più. Soprattutto comprendere perché civiltà più evolute sono sempre scomparse a causa di invasioni di popoli detti più arretrati civilmente.

First things first; l'accoglienza dei frati d'Egitto è stata a dir poco meravigliosa. Ci hanno accolto davvero come in famiglia mettendoci tutto a disposizione 24 ore su 24; non avremmo potuto chiedere di meglio. I lavori sono andati bene e pure accompagnati da visite che non si potevano certo non fare. Chi di voi andrebbe al Cairo senza visitare il museo? O a Ghiza senza visitare le piramidi? O ad Alessandria senza visitare la biblioteca? Se lo fareste SHAME ON YOU!

Ma adesso il Tour fotografico:

Nel convento di Mukatta si trova una casa di accoglienza per ragazzi orfani o in difficoltà familiari. La sera sono usciti con loro e fr. Butrus, ragazzi simpatici cui viene data una possibilità di vita che comincia dallo studio. Due di loro sono stati i migliori studenti d'Egitto. Sono impegnati anche come scout nell'educazione dei più piccoli, insomma, davvero si meritano questa possibilità.



Museo del Cairo: bellissimo e allo stesso deludente. Poche didascalie di spiegazione, vecchie e con errori in inglese, nessun altra lingua se non l'arabo giustamente; in più manca un percorso ed è tutto buttato là quasi in ordine sparso, insomma sembra un grande magazzino; bello sì, ma comunque un grande magazzino. A quanto pare ne stanno costruendo uno nuovo secondo i concetti moderni di museo, mi toccherà tornare al Cairo...

Queste statue, rappresentanti varie divinità e faraoni fanno parte del tesoro di Tutankhamen, purtroppo l'unico faraone di cui hanno trovato la camera mortuaria al completo, una bellezza impressionante e chissà quali tesori le piramidi hanno custodito per secoli.




Qui sotto altri oggetti e statue del museo. La più bella è la terza della seconda fila, più di mille anni di storia e gli occhi ancora brillano se gli viene puntato il flash della macchina fotografica, uno sguardo più bello di quello della gioconda. L'ultima foto è il cartiglio di Tutankhamen... 


Come dicevo, non possono mancare le piramidi e la Sfinge. Da un punto di vista astronomico le piramidi seguono la posizione delle tre stelle che formano la cintura di Orione, perché? Boh... e la Sfinge invece, a protezione delle tombe dei faraoni, guarda il sorgere del sole e adesso è puntata direttamente verso l'ingresso di un Pizza Hut... no comment...



Siamo tornati alle piramidi per lo spettacolo luci e suoni che si fa la sera, un freddo cane... bellissimo!



E poi Alessandria... prima di tutto la scoperta di catacombe, lasciamo stare come (non) sono mantenute.... ma interessantissime, di epoca egizia e romana e con le statue di una delle coppie più famose della storia, li riconoscete?

Cleopatra a sx e Marco Antonio a dx, purtroppo le tombe non sono mai state trovate, ma in realtà ci sarebbe ancora moltissimo da scavare.

Ma non solo. Tutti conosciamo Alessandria per la famosissima biblioteca... chissà quali tesori sono andati perduti, ma ecco che nel 2002 ne costruiscono una nuova. Entrare nella biblioteca è stato come un sogno. L'architettura mozzafiato, ma soprattutto per ciò che un centro culturale del genere significa. Alla biblioteca si accede pagando a meno che tu non sia un fortunatissimo studente e poi la si può girare liberamente. Per entrare nella zona studio si deve passare per una porta sulla quale è inciso:

NON E' MERAVIGLIOSO.... mah forse sono strano... forse!!!

E comunque prima di entrare ecco l'esterno

Su questa immensa parete ci sono lettere di tutti gli alfabeti conosciuti!

e poi si entra



e a me torna la voglia di studiare!!


Per concludere ecco un incontro inaspettato, che ha quasi del magico; per un momento ho pensato/sperato di non essere più un comune babbano... se non sapete cosa sia peggio per voi... ma perché tutto questo? Perché Albus Silente è vivo....

in realtà si chiama fr. Ibrahim....

e con questo è tutto!

Pace e ogni bene

Abuna Loro Gatluak

Ma non è tutto, torniamo al Museo e divertiamoci



lunedì 23 ottobre 2017

14/2017 Let's football!

Dopo le elezioni del gruppo giovani, e vi assicuro che quelle parlamentari sono nulla al confronto, c'è stata l'amichevole tra il coro Bari e il coro Inglese della nostra parrocchia, e vi assicuro che i mondiali non sono nulla a confronto...
tifoseria sfrenata (hooligans non siete nulla),
pallone di cuoio mezzo sgonfio,
campetto di terra e sassi, e con alberi all'interno dell'area di gioco,
scarpette per pochi, mocassini per alcuni e piedi nudi per altri....

insomma per giocare a calcio qui si deve essere dei DURI! e il tutto è finito molto bene, solo un labbro squarciato e un polso rotto... ma poteva andare peggio!








Buona giornata a tutti

domenica 22 ottobre 2017

13-2017 PBRW

PBRW.... bello vero? Bello e impegnativo, ma alla fine ce l'abbiamo fatta e abbiamo cominciato il primo incontro sul tema

Peace
Building
Reconciliation
Workshop

Sabato mattina abbiamo avuto l'onore di avere come relatore la Dott.sa Ierene Panozzo che ha presentato, in maniera semplice e puntuale, la dolorosa storia del conflitto tra Sudan e Sud Sudan e poi l'attuale guerra civile. I giovani partecipanti sono stati tutti molto contenti della relazione e lo spazio delle domande davvero non era sufficiente. 





Il tutto è finito con un  buon pranzo tipicamente sud sudanese... riso e fagioli... e ora ci si prepara al prossimo appuntamento per il mese di novembre!

Pace e ogni bene a tutti

Abuna Loro Gatluak